Passa ai contenuti principali

Consigli di lettura: Puntino


Questo libro mi è capitato tra le mani poco prima di Natale quando ero in cerca di libri da regalare all'Ometto.

Mi è capitato tra le mani, dicevo, e mi ha rapito e conquistato. Innanzitutto da un punto di vista grafico: un piccolo puntino nero in un angolo di una grande pagina bianca.

Chi sarà? Cosa farà?  Come potrà una storia reggersi su un puntino?



Queste domande e la mia curiosità mi hanno fatto andare avanti nella lettura.

E ho scoperto che il puntino era una rappresentazione grafica per rappresentare l'uomo e tanti puntini rappresentano una popolazione.

Ai puntini non mancava niente avevano cibo, infrastrutture, divertimenti.

Poi ecco comparire un altero puntino, bianco. E con lui tanti altri puntini, che però non vivevano bene, erano senza case, senza cose da mangiare, senza divertimenti.



Il libro, con poche parole e tanti puntini, di grande impatto visivo, racconta di migrazioni, accoglienza, di solidarietà, di integrazione.


Ho cominciato a leggerlo subito, in libreria e non mi sono più fermata. E' uno di quei libri "sovversivi" come lo è Piccolo Blu e piccolo Giallo. Un libro che ribalta i luoghi comuni e gli stereotipi: i puntini neri sono quelli che aiutano i bianchi, che insegnano loro delle cose e non  il contrario.

Bellissima anche la frase in quarta di copertina.

I puntini ci insegnano che un mondo migliore è possibile.
Un libro per tutti i bambini, anche quelli adulti

Sarà che ho un figlio sovversivo, ma anche a lui è piaciuto molto. Non ho fatto in tempo a chiedergli se potevo leggerglielo io che già lo aveva preso e letto lui e per molte sere è diventato la sua lettura della buonanotte.


Puntino

di Giancarlo MacrìCarolina Zanotti ed. NuiNui




Età di lettura: dai 3 anni.

Commenti

  1. Ora dirò una frase fatta... Ma a volte è proprio vero; bisognerebbe guardare il mondo con gli occhi dei bambini... Tutto sarebbe migliore!!
    Mi hai proprio incuriosito... non ho figli, ma credo che lo cercherò per me!!

    un abbraccio
    Sara
    This is Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I bambini guardano le cose da un'altra prospettiva!

      Elimina
  2. sarà che sono sovversiva quando basta, sarà che ho finalmente ritrovato il mio spirito bambino (mah ...forse e fortunatamente son riuscita a non perderlo mai), sarà che continuo a cercare si seminare puntini ovunque ma .... che bella storia!!! mi hai incuriosito un sacco....
    brava Barbara.... ti abbraccio e.... chissà inizi presto il mondo migliore....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Seminiamo puntini tutti quanti e poi vediamo cosa succede...sono fiduciosa!

      Elimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Guest Post di Decoriciclo: LA PASTA DI LEGNO

Sono tanto contenta oggi di poter ospitare il post di Daniela. Il suo blog decoriciclo mi piace un sacco e poi lei sa utilizzare, bene, tantissime tecniche.
Oggi ci parla della PASTA DI LEGNO che cos'è? Leggete il suo post!!!

Giocare con i libri: Pezzettino con i mattoncini di mais

Mi piace lavorare e pasticciare con lo Gnomo, soprattutto quando il rapporto è paritario e lavoriamo in sinergia.
Questa volta io ho proposto di giocare con i mattoncini di mais e lo Gnomo ha proposto di ricostruire i personaggi del libro di Lionni "Pezzettino" con i mattoncini.

decorazioni per Pasqua: cestino porta uova in feltro

Ho una casa in subbuglio, il trasloco è alle porte, ma io di stare con le mani in mano proprio non ci riesco! E poi anche Pasqua si avvicina e anche nel marasma scatoloni - cose da buttare - cose da lavare non vogliamo preparare almeno una piccola decorazione? Una macchia di colore nel caos?