Passa ai contenuti principali

Giocando con i sassi


Questo è l'ultimo post semi estivo che scrivo. Dalla prossima volta, ve lo prometto, cominceremo a entrare nell'atmosfera di Halloween con un serie di post per preparare una festa in perfetto stile mostruoso!

Questa estate, dicevo, siamo stati anche qualche giorno al mare.
La considererei, la vacanza al mare, una esperienza apocalittica: pioggia, mare mosso (che me lo dovevo aspettare dato che Carducci scriveva "sotto al maestrale urla e biancheggia il mare"), boongalow allagato (acqua che veniva giù inesorabilmete dal tetto), gamberetti di fiume ghe uscivano dalle fogne e bambini intenti a raccoglierli con i retini (vi giuri pensavo che stessero dando la caccia a dei topi visto che gridavano "prendilo prendilo, acchiappa acchiappa!), mare invaso dalle meduse... insomma quasi quasi era meglio se restavamo a casa!

Comunque noi non è che ci siamo persi d'animo e visto che non si poteva fare il bagno abbiamo aguzzato l'ingegno e ci siamo inventati giochi nuovi.

La battigia ci regalava dei bellissimi sassi con cui giocare e noi non ci siamo fatti scappare l'occasione.

Abbiamo preso il secchiello e siamo andati a raccoglierli. abbiamo portato il nostro bottino sotto all'ombrellone e abbiamo studiatoper bene le forme dei nostri sassi e poi abbiamo cominciato a giocare.

Abbiamo usato i sassi come tanti pezzi di un puzzle e sotto ai nostri occhi, con un po' di magia e tanta immaginazione, si sono composte figure e dalle figure sono nate storie.

Un fiore dal nome Fiordaliso che passeggiava sulla spiaggia in cerca di conchiglie.


L'impronta di un essere non meglio identificato che si aggira tra gli ombrelloni a caccia di piedini di bambini.



Una barchetta pronta per salpare nel mare infinito.





E anche una vacanza non perfetta dal punto di vista ambientale, è stata ugualmete divertente e magica!

Commenti

  1. Lo so, mi ripeto!!!!
    Bravo l'Ometto, ma soprattutto brava tu, che riesci sempre ad inventare qualcosa!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comincio ad annaspare e a finire le mie risorse ;)

      Elimina
  2. Che grande magia sanno fare questi piccoletti: farci viaggiare fra fantasia ed emozioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loro hanno la mente libera da preconcetti è per questo che riescono a vedere oltre le cose con più facilità rispetto agli adulti.

      Elimina
  3. Questo gioco lo facciamo anche noi, che di sassi e sabbia ne abbiamo in abbondanza tutto l'anno! E' meraviglioso vedere come i bambini possano esprimersi in certe "tecniche" meglio di noi <3

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Guest Post di Decoriciclo: LA PASTA DI LEGNO

Sono tanto contenta oggi di poter ospitare il post di Daniela. Il suo blog decoriciclo mi piace un sacco e poi lei sa utilizzare, bene, tantissime tecniche.
Oggi ci parla della PASTA DI LEGNO che cos'è? Leggete il suo post!!!

Giocare con i libri: Pezzettino con i mattoncini di mais

Mi piace lavorare e pasticciare con lo Gnomo, soprattutto quando il rapporto è paritario e lavoriamo in sinergia.
Questa volta io ho proposto di giocare con i mattoncini di mais e lo Gnomo ha proposto di ricostruire i personaggi del libro di Lionni "Pezzettino" con i mattoncini.

decorazioni per Pasqua: cestino porta uova in feltro

Ho una casa in subbuglio, il trasloco è alle porte, ma io di stare con le mani in mano proprio non ci riesco! E poi anche Pasqua si avvicina e anche nel marasma scatoloni - cose da buttare - cose da lavare non vogliamo preparare almeno una piccola decorazione? Una macchia di colore nel caos?