Passa ai contenuti principali

Guest post Artechemipiace: pittura su vetro



Girovagando in rete ogni tanto si trovano piccoli nuovi blog pieni di tante idee con creative che utilizzano tecniche a noi sconosciute.
Così è successo per Artechemipice e per le lavorazioni su vetro di Rosa, la blogger che si occupa diu questo bel blog.
A Rosa ho chiesto se poteva preparare per me un tutorial riguardante questa tecnica.
 
Vi lascio alle sue parole e alle sue fotografie.
 






Salve a tutti. La mia amica  mi ha chiesto di pubblicare un tutorial per le lavorazioni che faccio sul vetro. Ringrazio Barbara per l'opportunità e spero di essere chiara.

Iniziamo subito con il materiale che ci occorre:
  • un piattino in vetro (lavato con acqua e sapone e asciugato per bene),
  • colori 3D con beccuccio sottile che ci serviranno per i contorni (io ho preso stamperia ma altri vanno bene ugualmente) ,
  • colori link per vetro (sono a base alcoolica).



Le tonalità che ho scelto per questo lavoro sono: il bronzo e il verde per i colori 3D e il verde lime e il peperoncino per i colori link.
Poi possiamo procedere con il lavoro. Direttamente con i colori 3D, a mano libera si fa un disegno, in questo caso io ho disegnato una rosa, prestando attenzione a non lasciare spazi aperti perché in un secondo momento andremo a colorare all'interno.
Se non avete dimestichezza con il disegno, potete aiutarvi mettendo sotto il piattino l'immagine che volete riprodurre. Io non lo faccio più, ma all'inizio anche per me è stato così.



Procedete così fino a completare il disegno facendo attenzione a non toccare fino a che non si sarà asciugato.





Non preoccupatevi se non sarà perfetto, ricordate che è sempre a mano libera e verrà apprezzato di più.
Fatto il disegno dovete lasciarlo asciugare. Io di solito lo lascio una notte intera.
Poi possiamo colorare l'interno. Prendete i colori link e metteteli in un piattino, con un pennellino di misura tale da entrare nel disegno iniziate a colorare l'interno.
 
A ogni colore che usate cambiate pennello. Potete anche tamponare il colore con il pennello senza necessariamente stenderlo. All'inizio sembrerà  non steso bene, ma quando si asciuga l'effetto è garantito.
 
Per l'asciugatura del colore link non ci vuole molto, però io consiglio di non toccarlo per almeno un'ora. I pennelli che utilizzate per i link vanno immersi in acqua e alcool altrimenti si rovinano.

 



Ed ecco il lavoro finito.. che ve ne pare?

 

Commenti

  1. Tecnica interessante, mai vista prima.
    Grazie Barbara!
    E naturalmente brava Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per il complimento, prova la tecnica è divertente

      Elimina
  2. Ma che bello!!! Anch'io ho sperimentato la pittura su vetro, ma i bordi li facevo con il piombo nero perché così ci insegnarono a scuola, e francamente non sapevo esistessero altri colori adatti allo scopo... In ogni caso sei bravissima a disegnare senza la copia sotto!

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si hai ragione, ma il piombo alle volte si indurisce e diventa pesante disegnare con contorni fluidi. Così invece è un pò più semplice e il tratto è continuo... prova ti piacerà sicuramente!

      Elimina
  3. E' bravissima la mia amica Rosa!!! Il tutorial è ben fatto ed è bellissimo poter vedere, attraverso le foto, come nasce una creazione! Complimenti anche a te Barbara per il tuo bel blog che non conoscevo. A presto, Angie ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Angie, spero di avere la possibilità di pubblicarne altri... mi piace condividere con altre creative!! Barbara è stata molto gentile nel darmi questa possibilità!

      Elimina
  4. Bellissimo questo progetto! Grazie <3

    RispondiElimina
  5. Io ringrazio Rosa per il bel post che ha scritto e pubblicato qui!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Guest Post di Decoriciclo: LA PASTA DI LEGNO

Sono tanto contenta oggi di poter ospitare il post di Daniela. Il suo blog decoriciclo mi piace un sacco e poi lei sa utilizzare, bene, tantissime tecniche.
Oggi ci parla della PASTA DI LEGNO che cos'è? Leggete il suo post!!!

Giocare con i libri: Pezzettino con i mattoncini di mais

Mi piace lavorare e pasticciare con lo Gnomo, soprattutto quando il rapporto è paritario e lavoriamo in sinergia.
Questa volta io ho proposto di giocare con i mattoncini di mais e lo Gnomo ha proposto di ricostruire i personaggi del libro di Lionni "Pezzettino" con i mattoncini.

decorazioni per Pasqua: cestino porta uova in feltro

Ho una casa in subbuglio, il trasloco è alle porte, ma io di stare con le mani in mano proprio non ci riesco! E poi anche Pasqua si avvicina e anche nel marasma scatoloni - cose da buttare - cose da lavare non vogliamo preparare almeno una piccola decorazione? Una macchia di colore nel caos?