Passa ai contenuti principali

Al museo di San Cassiano alla scoperta dei fossili


Non è impossibile andare al museo con i bambini. Non è vero che si annoiano e che il museo è un posto solo per le persone grandi. 


Tutto sta a come i bambini arrivano al museo: bisogna preparali prima, bisogna spiegare loro cosa si troveranno davanti bisogna illustrare la visita come una magia, come una caccia al tesoro o come un posto dove si possono trovare risposte alle nostre domande.

Questa estate per noi è stata la prima volta in un museo. Abbiamo scelto di portare lo Gnomo in un museo naturalistico che ci spiegasse cosa fossero i fossili e come si formassero. Perché parlare dei fossili a un bambino di quattro anni e mezzo? Perché in primavera lo Gnomo ha cominciato a interessarsi ai dinosauri e su un libricino c'era scritto (senza una spiegazione adeguata) che al giorno d'oggi troviamo i dinosauri sotto forma di fossili.

Abbiamo, quindi,  sfruttato l’ultima passione dello Gnomo, i dinosauri, per scoprire i fossili e l’evoluzione delle Dolomiti.

Il Museo Ladino di San Cassiano a fatto al caso nostro ed è stata una piacevole avventura.

Il museo è dedicato all’Ursus Ladinicus, l’orso preistorico delle dolomiti del quale si può vedere uno scheletro ricostruito integralmente.

Il museo illustra la storia e l’ambiente in cui visse l’orso. 
Su un piano del museo si può vedere la ricostruzione di una grotta preistorica e di un orso che dorme.



La parte che a noi ha interessato di più è stata quella relativa alla genesi delle Dolomiti. In questa sezione si possono ammirare dei fossili che aiutano a comprendere la formazione dei principali strati geologici di queste montagne.

Come mai siamo stati più interessati alle conchiglie e alle alghe fossili e non all’Ursus e al suo scheletro?
Perché lo Gnomo pensava di incontrare uno scheletro piccolino, modello giocattolo e non una montagna di ossa di più di 2 metri e mezzo di lunghezza e si è spaventato moltissimo (tanto che non voleva tenere gli occhi aperti). 

Sono rischi che si corrono a portare un bambino di quattro anni e mezzo in un museo! Ma anche questa è vita e anche queste sono esperienze.

Commenti

  1. Oddio che tenerezza! Vedi? Cerchiamo di prepararli a tutto, e poi ci sfuggono i dettagli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi ci siamo anche rimasti male perché pensavamo che si potesse veramente entusiasmare! Però almeno la parte sui fossili siamo riusciti a fargliela vedere.

      Elimina
  2. Io ho portato la mia piccola al museo di storia naturale, quando aveva però 8 anni, e le è piaciuto moltissimo. Si è annoiata solo un po' nella prima parte, che è dedicata ai minerali. =)
    Ciao!
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In età scolare arrivano già di loro un po' più preparati. Però questa esperienza c'è servita quando due giorni dopo siamo andati a Bolzano (arriverà a breve un post)

      Elimina
  3. Che bello questo museo, anche a noi piace visitare luoghi di cultura :-)
    Recentemente siamo stati al Museo delle Scienze e mio figlio è impazzito di gioia!

    RispondiElimina
  4. Che bello questo museo, anche a noi piace visitare luoghi di cultura :-)
    Recentemente siamo stati al Museo delle Scienze e mio figlio è impazzito di gioia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto il tuo post. Metterò il museo di Trento nella lista delle cose da vedere!

      Elimina
    2. E io ho salvato il tuo post... chissà se un giorno non riusciremo a vedere anche questo museo!

      Elimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Guest Post di Decoriciclo: LA PASTA DI LEGNO

Sono tanto contenta oggi di poter ospitare il post di Daniela. Il suo blog decoriciclo mi piace un sacco e poi lei sa utilizzare, bene, tantissime tecniche.
Oggi ci parla della PASTA DI LEGNO che cos'è? Leggete il suo post!!!

Giocare con i libri: Pezzettino con i mattoncini di mais

Mi piace lavorare e pasticciare con lo Gnomo, soprattutto quando il rapporto è paritario e lavoriamo in sinergia.
Questa volta io ho proposto di giocare con i mattoncini di mais e lo Gnomo ha proposto di ricostruire i personaggi del libro di Lionni "Pezzettino" con i mattoncini.

decorazioni per Pasqua: cestino porta uova in feltro

Ho una casa in subbuglio, il trasloco è alle porte, ma io di stare con le mani in mano proprio non ci riesco! E poi anche Pasqua si avvicina e anche nel marasma scatoloni - cose da buttare - cose da lavare non vogliamo preparare almeno una piccola decorazione? Una macchia di colore nel caos?