martedì 12 aprile 2011

la scuola

Se avessi scritto questo post domenica avrei usato altre parole. Ieri ero troppo arrabbiata per scrivere e oggi mi ritrovo a tirare un po' le somme e a vedere se si riesce a prendere una decisione sensata e che non faccia troppo male. Credo fortemente negli insegnanti e nella scuola pubblica, però la vorrei veramente per tutti i bambini. E' brutto sottostare a delle graduatorie. A tre anni i bambini devono andare a scuola e devono cominciare un percorso educativo e scolastico, ne hanno il diritto. Non si possono, anche potendo, tenere a casa dopo i tre anni. Per farla  breve, sennò non si capisce,  lo Gnomo non è stato ammesso alla scuola comunale dell'infanzia (siamo in attesa della graduatoria della statale...). Noi come genitori la nostra scelta educativa l'abbiamo fatta: lo Gnomo deve andare a scuola e per noi la scuola è pubblica. Peccato che sia la scuola a non volere noi. E se lo Gnomo non viene ripescato in graduatoria che si fa? Rimane a casa?  Neanche per sogno, non può iniziare un percorso scolastico a 6 anni alle elementari: mi oppongo! Si cerca una scuola privata non troppo lontana da casa e valutando bene il progetto educativo che propone per i suoi alunni. In pratica si va alla ricerca di Suore illuminate con un progetto educativo chiaro e si spera nel ripescaggio della graduatoria. Però questa non è la scuola che vorrei.

2 commenti:

  1. mi spiace per lo Gnomo...e per voi. Spero nel ripescaggio, ma aspettando e incrociando le dita sbircia qui se hai un pò di tempo: http://miofiglioascuolanoncelomando.blogspot.com/
    è sicuramente una soluzione estrema ma ci sono mille spunti. In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  2. Grazie per la dritta. Vado a controllare.

    RispondiElimina

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog