Instagram


giovedì 18 agosto 2016

Il lago di Braies: cielo e terra si incontrano


Eccomi anche io, Comare ritardataria con il mio post targato #pilloleistantanee.
Oggi vi porto per mano in un posto incantato, dove non si sa più quale sia il "sopra" e quale il "sotto".

E come ogni magia, e come ogni lago dolomitico, c'è una leggenda che racconta della nascita di questo specchio d'acqua che accoglie i raggi del sole e riflette sulla sua superficie il cielo e la terra.

La leggenda racconta che tanto tempo fa le montagne della Valle di Braies erano abitate dai selvaggi. Non erano cattivi, ma il loro aspetto era aspro come quello delle montagne. Allora nelle pietre vi era tanto oro, e i selvaggi amavano il suo splendore, uno splendore che rendeva duri i loro animi.

Un giorno nella valle giunsero dei pastori a pascolare il loro bestiame sui prati fioriti che si stendevano davanti alle vette. I selvaggi mostrarono loro l’oro. Alcuni regalarono ai pastori le collane e gli anelli d’oro che avevano forgiato tra i monti. Ma i pastori davanti allo splendore dell’oro divennero avidi, e iniziarono a rubare l’oro ai selvaggi ogni volta che se ne presentava l’occasione. Sorsero liti e contese.

I selvaggi erano più forti, i pastori più furbi. Per impedire ai pastori di raggiungere le montagne, i selvaggi fecero sgorgare delle sorgenti dal profondo della terra. Tra le montagne, per un’altezza di diversi metri, si creò una grande distesa d’acqua, che separò la valle dei pastori dalle montagne. Così i pastori non poterono più raggiungere l’oro e nacque il lago.


Tantissimi colori e infinite sfumature fanno di questo lago un posto unico che ti entra nel cuore e che non puoi sottrarti dall'andarlo a trovare, di tanto in tanto.


E magari la prossima volta mio figlio mi concederà un giro del lago in barca a remi...


Come al solito io aspetto le vostre #pilloleistantanee


venerdì 29 luglio 2016

Insieme Raccontiamo 11: il bosco


Ho ripreso il ritmo, o meglio, spero di averlo ripreso. A un giorno dalle vacanze estive, con una miriade di cose che frullano nella mia testa, che si accavallano, si sovrappongono, mi lascio cullare da una certezza. Un appuntamento fisso da rispettare e da onorare. Un esercizio di scrittura e di creatività. La sfida è essere creativi utilizzando le parole: il finale di racconto utilizzando 200/300 battute oppure 200/300 parole.
L'incipit del racconto lo da lei, Patricia, il 20 di ogni mese. I suoi incipit sono sempre belli, mai banali.

martedì 19 luglio 2016

#Pilloledilibri: Daniel Pennac - Come un Romanzo


Non si può essere un lettore professionista senza aver letto questo libro. C'è bisogno di dire che io lo adoro e con lui adoro anche il suo autore? No, direi che non c'è bisogno.

Un libro, questo che parla di lettura stando dalla parte del lettore.

Il suo decalogo è da stampare e a far leggere a chiunque, almeno una volta nella vita, abbia letto un libro.

Io li riporto qui, uno di seguito all'altro...fatene buon uso


Il diritto di non leggere
Il diritto di saltare le pagine
Il diritto di non finire il libro
Il diritto di rileggere
Il diritto di leggere qualsiasi cosa
Il diritto al bovarismo
Il diritto di leggere ovunque
Il diritto di spizzicare
Il diritto di leggere ad alta voce
Il diritto di tacere





giovedì 7 luglio 2016

L'Ometto al "Parco Scuola del Traffico" di Roma

Esiste a Roma un posto dove i bambini imparano i segnali stradali, il rispetto delle regole stradali e dove imparano a guidare la macchina.

Io c'ero già stata una voltsa tantissimi anni fa. Ero andata insieme a un mio amico (che ora è docente universitario e all'epoca avrà avuto 8/9 anni, quindi fate voi il conto di quanti anni sono passati) accompagnati dal suo papà e avevo trovato il posto veramente spettacolare. Insomma guidare una macchina vera su una vera strada non era mica come andare sulle auto scontro.

Così, un pomeriggio, cercando qualche cosa da far fare all'Ometto, mi è venuto nuovamente in mente questo parco e l'ho cercato,sperando fortemente che esistesse ancora, su Google.

E magia!


Non solo il Parco Scuola esiste ancora, ma ha anche un bellissimo sito dove si possono trovare le notizie e le attività che sio svolgono durante l'anno nel parco.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog

Caricamento in corso...